Riscaldamento pulito nel contesto del cambiamento climatico

Riscaldamento pulito nel contesto del cambiamento climatico

Il cambiamento climatico è una realtà percepibile. Gli inverni miti e le scarse precipitazioni nevose ne sono una chiara manifestazione. Il lato positivo è la possibilità di usufruire di un prolungato soleggiamento.

  • Notizie di settore
  • Riscaldamento

Molti si chiedono come si possa contribuire alla tutela del clima. Ad esempio, passando da un riscaldamento alimentato da combustibili fossili a sistemi alternativi. L’energia solare a costo zero è una potente fonte energetica inesauribile, sostenibile e priva di emissioni di CO₂, utilizzata ormai da anni nella tecnologia di riscaldamento tramite collettori solari termici. Ma come sfruttare l’energia pulita, gratuita ed efficiente del sole? Ve lo spieghiamo noi.

Catturare la forza del sole

In Europa centrale l’irraggiamento medio è di circa 1100 kWh al metro quadrato, sufficiente a garantire il funzionamento economico di un impianto solare. L’industria dell’energia solare produce ormai più energia di quella richiesta per la produzione degli impianti. Gli scienziati concludono che nel 2020 circa il 10% dell’energia sulla terra verrà prodotta da impianti a energia solare.

Inoltre, negli ultimi anni il prezzo per l’installazione di un impianto solare si è ridotto del 15% e il settore pubblico offre incentivi all’investimento. Un ulteriore punto a favore dell’energia solare è la sicurezza di approvvigionamento garantita, che incoraggia i proprietari di case unifamiliari a ridurre i propri costi energetici, contribuendo al contempo alla tutela del clima. 

Nei giorni di sole l'energia è gratis

Le possibilità di sfruttare l’energia solare variano nel corso dell’anno in funzione delle ore di sole. I mesi tra maggio e settembre sono quelli con maggiore irraggiamento. L’energia prodotta in questo periodo è tale da coprire quasi sempre il 100% del fabbisogno di acqua calda con energia solare pulita. Nell’arco dei dodici mesi un sistema solare copre il 70-80% del fabbisogno di acqua calda di una casa unifamiliare. Oltre che per l’acqua calda, il sole è un valido supporto anche al riscaldamento. Questo doppio utilizzo dell’energia solare migliora notevolmente il bilancio ambientale dell’edificio. In base all’isolamento adottato è infatti possibile sfruttare per il riscaldamento fino a un ulteriore 40% di energia solare, con un conseguente risparmio in termini di costi energetici.

Il sole come fonte di riscaldamento pulita

Negli ultimi due periodi di riscaldamento relativi al 2014 e al 2015, sono state rilevate molte più ore di sole rispetto agli anni di riferimento precedenti. Il sole diventa quindi un interessante fornitore di energia anche durante la stagione di riscaldamento, che va da ottobre ad aprile. Gli ultimi due inverni ci hanno regalato circa il 23% di ore di sole in più rispetto all’anno precedente.

Soleggiamento mensile in ore nel periodo di riscaldamento da ottobre ad aprile. (Fonte dei dati: Istituto centrale di meteorologia e geodinamica di Wels)

Questa tendenza climatica proseguirà, creando le condizioni ideali per l’installazione di collettori solari per il vostro immobile.

Energia solare: come fare?

Una casa unifamiliare di dimensioni medie può usufruire del riscaldamento con energia solare a costo zero a partire da collettori con una superficie di 15 m². Il rendimento massimo si ottiene in combinazione con un riscaldamento a bassa temperatura dall’impianto solare. L’ideale è l’abbinamento a pompa di calore con riscaldamento a pavimento o a parete. Tuttavia, si può ottenere una buona resa solare anche in combinazione con altri sistemi di riscaldamento quali biomassa oppure caldaie a olio combustibile o a gas. Per utilizzare un impianto solare come supporto al riscaldamento è opportuno posare i collettori solari con una pendenza di 45° o superiore, in modo tale da garantire uno sfruttamento efficiente dell’impianto. Per un funzionamento ottimale del sistema di riscaldamento e dell’impianto solare è importante utilizzare un dispositivo di regolazione intelligente, che determina il momento in cui l’impianto deve funzionare e le modalità di intervento della caldaia. In tal modo, la caldaia o la pompa di calore «conoscono» sempre il quantitativo di energia con cui l’impianto solare può contribuire alla generazione di calore.

Dimensionamento gratuito di impianti solari

Calcolate le dimensioni del vostro impianto solare in pochi minuti grazie alla nostra simulazione solare gratuita online.