Contenuto salvato in myHoval

File salvato in myHoval

Si è verificato un errore durante l’annotazione del contenuto in myHoval.

Riscaldamento ecologico con caldaia a pellet a biomassa:

proteggere il clima beneficiandone due volte con Hoval

Riscaldare a biomassa beneficiandone due volte

Ecologico

Il riscaldamento a pellet Hoval BioLyt trae calore dai pellet di legno, prodotti da residui di legno. Senza usarlo per il riscaldamento – e il relativo guadagno energetico – il legno marcirebbe e rilascerebbe la stessa quantità di CO2. Ecco perché il riscaldamento a legna è considerato neutro dal punto di vista climatico e particolarmente consigliabile.

Efficiente

La caldaia a pellet BioLyt fornisce acqua calda e un tepore accogliente. E questo con un rendimento eccellente fino al 95%, anche a elevate temperature di riscaldamento. Per un comfort termico ideale, considera la temperatura esterna e, su richiesta, anche le previsioni meteorologiche.

Interessante

Optando per un riscaldamento a pellet di Hoval fino al 31 marzo 2023, Hoval eroga un contributo esclusivo per la protezione del clima pari a CHF 500.- e i proprietari di immobili ricevono la documentazione per il premio clima destinato agli impianti di riscaldamento a legna. Così mentre l’ambiente trae beneficio dal riscaldamento a biomassa, i proprietari di immobili ne beneficiano due volte con Hoval Svizzera!

Come funziona un riscaldamento a pellet?

Il funzionamento degli impianti di riscaldamento a pellet è lo stesso di quelli che utilizzano un normale bruciatore a olio combustibile o gas – sebbene neutrale sul piano climatico, poiché durante la combustione, il legno rilascia solo la quantità di CO2 che l’albero ha assorbito dall’atmosfera durante la crescita.

Un’ulteriore differenza: dove prima veniva immagazzinato il combustibile, vale a dire nel serbatoio per l’olio combustibile o il gas liquido, si trova invece un vano di stoccaggio del pellet. Per garantire un comfort adeguato e un approvvigionamento sicuro, le dimensioni del vano di stoccaggio del pellet devono essere calcolate correttamente. È consigliabile scegliere una dimensione che, con un solo riempimento, sia sufficiente per un intero periodo di riscaldamento.

Naturalmente, Hoval fornisce anche tutto il necessario per la creazione del vano di stoccaggio e il trasporto automatico dei pellet al bruciatore. Con le caldaie a pellet BioLyt di Hoval è possibile riscaldare edifici con dimensioni e superfici molto diversi.

Perché i sistemi di riscaldamento a biomassa vengono considerati neutrali in termini di CO2?

Gli impianti di riscaldamento a pellet appartengono ai cosiddetti sistemi di riscaldamento a biomassa, i quali utilizzano materiali organici rinnovabili come il (pellet di) legno per generare calore. A essi si contrappongono i combustibili fossili come il gas naturale o l’olio combustibile, che sono disponibili in misura limitata. Un altro aspetto problematico è l’emissione di anidride carbonica (CO2) prodotta dai normali bruciatori a olio combustibile o a gas utilizzati come generatori di calore, poiché ciò implica un bilancio di CO2 negativo. Se il bilancio di CO2 è negativo, viene emessa più anidride carbonica rispetto a quella che la fonte energetica ha precedentemente immagazzinato dall’atmosfera.

Sebbene la CO2 venga rilasciata anche durante la combustione del legno, il bilancio di anidride carbonica è neutro nel caso della biomassa. Nel corso della sua crescita, infatti, un albero assorbe CO2 dall’aria. Pertanto, durante la combustione, viene rilasciata solo la quantità di anidride carbonica immagazzinata in precedenza. Un gioco a somma zero.

Inoltre, le emissioni di CO2 durante la combustione del legno sono pari a quelle che si produrrebbero da quello stesso legno durante il suo naturale processo di decomposizione. Durante la combustione, l’impianto di riscaldamento estrae sostanzialmente solo l’energia termica che rimarrebbe inutilizzata in natura durante la decomposizione. Per questo il riscaldamento a legna è neutrale in termini di CO2 o, più colloquialmente, neutrale dal punto di vista climatico.

Il riscaldamento a pellet è efficiente?

SÌ! Nei decenni passati, per le abitazioni moderne non si investiva nei riscaldamenti a biomassa o pellet. Molti proprietari optavano invece per generatori di calore alimentati da fonti energetiche fossili, quali olio combustibile o gas. Come mai? Uno dei motivi è legato al fatto che in passato il riscaldamento a legna era molto laborioso. Oggi, grazie ai pellet di legno, i proprietari di immobili non devono più andare nel bosco a tagliare la legna. Al contrario: il combustibile (pellet) arriva ora direttamente a casa e il comfort di un riscaldamento di questo tipo è quindi equiparabile a quello di una pompa di calore! Inoltre, i prezzi delle fonti energetiche fossili non avevano rivali in passato. Successivamente, a causa degli eventi geopolitici in Europa dell’Est, l’era dei prezzi bassi per i combustibili fossili ha subito un arresto per un periodo indefinito.

Grazie alla sua elevata efficienza, all’assenza di fonti energetiche fossili e a un incredibile rendimento fino al 95%, Hoval BioLyt rappresenta dunque la scelta giusta per i proprietari di immobili che mirano agli obiettivi climatici del 2050 e a un alto livello di comfort abitativo. Gli impianti a biomassa come BioLyt sono una buona alternativa alle pompe di calore, poiché entrambi i sistemi possono essere utilizzati allo stesso modo per un riscaldamento ecologico.

I vantaggi di un riscaldamento a pellet

  1. Fonti energetiche sostenibili come il legno aiutano l’ambiente sotto diversi aspetti. I pellet di legno per gli impianti di riscaldamento derivano quasi totalmente da legno di produzione locale. Non si abbattono alberi per la produzione di pellet di legno, si utilizzano piuttosto legno vecchio e residuo. A ulteriore tutela delle foreste, ogni acquisto di una caldaia BioLyt effettuato entro il 31 marzo 2023 è sostenuto da Hoval Svizzera con un contributo per la protezione del clima: per ogni caldaia BioLyt venduta, Hoval Svizzera investe CHF 500.- in un progetto di protezione del clima tramite il partner ClimatePartner, grazie al quale la protezione del clima a livello internazionale si combina con l’impegno a livello regionale in Svizzera!
  2. Un riscaldamento a pellet è adatto per il risanamento di vecchi edifici. Le caldaie a pellet sono ideali per i vecchi edifici che richiedono elevate temperature di mandata. I bruciatori per pellet sono inoltre una scelta ottimale per sostituire un precedente impianto di riscaldamento a olio combustibile all’interno di un immobile residenziale: in questi casi, il locale che prima ospitava la cisterna può essere utilizzato come vano di stoccaggio dei pellet.
  3. I pellet di legno tengono sotto controllo i costi di riscaldamento. Poiché la produzione di pellet di legno, a differenza dell’olio combustibile, non è né costosa né energivora, il pellet è disponibile a prezzi ragionevoli. 
  4. Gli impianti di riscaldamento a pellet godono di incentivi. La Svizzera deve raggiungere l’obiettivo zero emissioni entro il 2050. La domotica installata nel patrimonio edilizio svolge in tutto ciò un ruolo importante, motivo per cui gli impianti di riscaldamento ecologici ricevono incentivi dalle autorità cantonali e statali. Hoval Svizzera è partner del Premio clima «Riscaldamento a legna», nel cui ambito il partner Energie Zukunft Schweiz assegna interessanti incentivi per gli impianti a biomassa. In questo modo è possibile ridurre indirettamente i costi d’investimento per un impianto di riscaldamento a pellet.

Tutelare foreste e clima è semplice con il contributo di Hoval per la protezione del clima

Hoval Svizzera eroga un contributo esclusivo per la protezione del clima pari a CHF 500.- per le caldaie a biomassa. Si tratta di un importo che l’azienda investe nella protezione delle foreste e del clima a ogni acquisto di una caldaia BioLyt. A tal fine, per ogni caldaia Hoval BioLyt acquistata in Svizzera entro il 31 marzo 2023, Hoval Svizzera investe CHF 500.- in un progetto di protezione del clima del partner ClimatePartner, grazie al quale la protezione del clima a livello internazionale si combina con l’impegno a livello regionale in Svizzera.

Con questa iniziativa, ClimatePartner sostiene il progetto di tutela delle foreste nel Pará, alla foce del Rio delle Amazzoni, o il progetto di tutela della foresta Matavén, in Colombia. Entrambi i progetti sono certificati secondo standard internazionali. Inoltre, per ogni tonnellata di CO2 compensata attraverso questi progetti, viene destinato un ulteriore incentivo al progetto svizzero «Bergwaldprojekt» (Progetto foresta di montagna) per contribuire al finanziamento delle settimane di lavoro. In tal modo, optando per Hoval BioLyt si partecipa non solo alla tutela delle foreste a livello regionale in Svizzera ma anche alla protezione del clima a livello mondiale!

I proprietari di immobili non devono preoccuparsi di nulla, poiché la gestione è completamente affidata a Hoval Svizzera: dopo la conferma d’ordine per una caldaia a pellet Hoval BioLyt da parte dell’installatore e/o del proprietario entro il 31 marzo 2023, Hoval Svizzera investe automaticamente CHF 500.- come contributo nel progetto di protezione del clima di ClimatePartner. Questo investimento gode di un certificato ClimatePartner ufficiale e individuale che viene recapitato per posta ai proprietari degli immobili. Tutelare foreste e clima è semplice!

Come avviene la produzione di pellet di legno?

Misurano al massimo 4 centimetri di lunghezza, 6 millimetri di larghezza e possono avere un contenuto massimo di umidità pari al 10 per cento: sono i pellet di legno. Perché le disposizioni in materia sono così severe? Questo è l’unico modo per garantire un processo di combustione ecologico di alta qualità.

Nella produzione di pellet sono utilizzati principalmente sottoprodotti della lavorazione del legno, quali residui di legno delle segherie. In tal modo viene sfruttata appieno la pregiata materia prima della biomassa da legno. Questi residui di legno sono costituiti da trucioli di legno o segatura e costituiscono circa il 90% della produzione nazionale di pellet di legno. Importante: affinché il riscaldamento con biomassa funzioni senza intoppi e al massimo dell’efficienza dal punto di vista energetico, i proprietari di immobili dovrebbero sempre prestare attenzione all’elevata qualità dei pellet impiegati.

Configuratore di pellet

Il riscaldamento del vostro edificio è ancora alimentato a olio combustibile o gas? Scoprite subito qual è il prodotto BioLyt che fa per voi, le dimensioni del vano di stoccaggio del pellet, il potenziale di risparmio personale delle emissioni nocive di CO2 e gli incentivi previsti. È sufficiente rispondere ad alcune brevi domande nel nostro configuratore di pellet.

Optare per un riscaldamento a pellet e trarre vantaggio dagli incentivi!

Hoval Svizzera è partner ufficiale del «Premio clima Riscaldamento a legna» di Energie Zukunft Schweiz. Il programma svizzero d’incentivazioni per il riscaldamento rinnovabile valido in tutti i settori (edilizia residenziale, edilizia commerciale, edifici pubblici e industria) è stato lanciato nell’autunno 2020, colmando importanti lacune in termini di finanziamento. Regolamentato dall’Ufficio federale dell’ambiente, è finanziato dalla Fondazione KliK.
Affinché molti sistemi di riscaldamento nocivi per il clima (a olio combustibile e gas) siano sostituiti quanto prima da impianti di riscaldamento a legna (o pompe di calore), tale passaggio viene sostenuto con un generoso premio clima. Il premio clima è calcolato sulla base del precedente consumo annuo di energia fossile e ammonta a 1.80 franchi per ogni litro di olio combustibile o metro cubo di gas naturale risparmiato annualmente. Con un dimensionamento corretto, ciò corrisponde a circa 360 franchi per kilowatt del nuovo impianto di riscaldamento. Per una casa unifamiliare, ad esempio, è possibile calcolare un incentivo compreso tra 4500 e 6000 franchi.

Il programma d’incentivazioni è uno dei più interessanti, è standardizzato in tutta la Svizzera ed è pensato anche per gli edifici commerciali e gli impianti industriali. Inoltre, non esiste un limite massimo per gli incentivi e dovrebbero durare fino al 2025. 

Hoval Svizzera è a disposizione per fornire assistenza nella partecipazione al programma. Contestualmente alle richieste per Hoval BioLyt rilasciamo all’installatore i relativi documenti di finanziamento affinché ne discuta con i proprietari di immobili e, se interessati, ne faccia domanda. Importante: per essere valido, il finanziamento deve essere richiesto a Energie Zukunft Schweiz necessariamente prima della conferma d’ordine di Hoval BioLyt!

Hoval sostiene i proprietari di immobili durante l’intero processo – dalla richiesta alla messa in funzione e oltre! La vostra strada verso il riscaldamento a pellet potrebbe ad esempio prevedere soli sette passi:

  1. Presentare la richiesta di contatto per un colloquio senza impegno sul risanamento con Hoval Svizzera – per telefono o sul posto.
  2. Colloquio di consulenza gratuito con un consulente per il risanamento Hoval.
  3. Viene predisposta l’offerta concreta da Hoval e da un partner di installazione specializzato su misura per il vostro immobile residenziale. Unitamente alla richiesta d’offerta da parte di un installatore, Hoval Svizzera gli rilascia i documenti per il premio clima di Energie Zukunft Schweiz.
  4. Conferimento o conferma d’ordine da parte del proprietario di immobili.
  5. Ad avvenuta conferma d’ordine presso Hoval Svizzera attraverso l’installatore o il proprietario: consegna del certificato ClimatePartner.
  6. Installazione - Messa in funzione da parte di Hoval e del partner specializzato.
  7. Assumere responsabilità per l’energia e l’ambiente e guardare al futuro senza preoccupazioni.

Richiesta di contatto

Avete domande o desiderate una consulenza per il risanamento gratuita e non vincolante da parte di Hoval? Registratevi ora per una consulenza gratuita - per telefono o sul posto.