Contenuto salvato in myHoval

File salvato in myHoval

Si è verificato un errore durante l’annotazione del contenuto in myHoval.

A Melchnau sono intraprendenti e si affidano alla tecnica di controllo Hoval, ricca di prospettive future.

A Melchnau sono intraprendenti e si affidano alla tecnica di controllo Hoval, ricca di prospettive future.

Consorzio di teleriscaldamento di Melchnau (Gjuch Energie AG)
  • Teleriscaldamento
  • Nuovo edificio
  • Pompa di calore

Produzione indipendente e regionale: la rete di riscaldamento di Melchnau si basa sul sistema di controllo Hoval TopTronic Supervisor per il controllo dei costi e l'aumento dell'efficienza.

Vogliono essere indipendenti e produrre a livello regionale. Per avere una visione generale, il consorzio di teleriscaldamento Melchnau si affida alla tecnica di controllo Hoval TopTronic supervisor. In tal modo gli impianti collegati possono essere gestiti in maniera efficiente. I consumatori finali e il caseificio del paese non dipendono dal prezzo del gasolio e ricevono calore in maniera affidabile.

Il consorzio di teleriscaldamento produce calore CO₂ neutrale per 18 edifici e il caseificio Melchnau. Il generatore di calore principale è un impianto di riscaldamento a cippato con potenza massima di 450 kW. Il sistema è supportato da una caldaia a gasolio a carico di punta e da un impianto solare di 90 m² a copertura della centrale energetica al posto di un tetto convenzionale. Un moderno sistema di controllo per il monitoraggio e l'ottimizzazione dell'impianto è importante per garantire una generazione di calore efficiente e una distribuzione ottimale dell'energia termica.

Flessibile e sicuro, qualsiasi cosa accada

Il sistema di controllo comprende un server web che consente di operare in remoto con qualsiasi terminale abilitato per il browser. Vari indicatori vengono impostati in relazione reciproca e visualizzati in maniera intuitiva (es. portata, flusso, pressione differenziale esterna, capacità del serbatoio, temperatura di mandata, dati del contatori di calore, ecc.). 

Con un solo clic l'utente ottiene una panoramica dell'efficienza di tutte le sottostazioni, per rilevare eventuali impostazioni errate delle singole stazioni ed eseguire ottimizzazioni. Tramite un'interfaccia dati aperta (libero accesso al server OPC-UA) le informazioni possono anche essere collegate ad altri sistemi, ad es. SAP, con una tecnologia di crittografia sicura come quella delle banche. Nella tecnica della regolazione la struttura modulare consente l'adattamento a situazioni future. Pertanto si possono collegare e configurare facilmente altri impianti. Perché, chissà, a quelli di Melchnau verrà sicuramente qualche altra buona idea.