Impianti di riferimento

Autosalone Bentley, Ginevra

autosalon-bentley.jpg
2 apparecchi AdiaVent® ADV-6 ventilano e raffrescano lo show-room.

"Centro fai da te" Hornbach, Galgenen

hornbach-1.jpg
8 apparecchi RoofVent® condens, tutti dotati di 2 diffusori d'aria rotativi per ventilare e riscaldare la superficie di vendita del "Centro fai da te" (superficie: 8'400 m2; altezza: 8.5 m). Gli apparecchi sono integrati nel tetto del parcheggio.

Sulzer Werfo AG, Haag

sulzer-werfo.jpg
Ventilare, riscaldare e raffreddare una superficie di produzione nell'industria della plastica con:

  • 2 apparecchi RoofVent® LKW-9
  • 1 apparecchio TopVent® commercial CAU-9

La pressatura delle materie plastiche produce un elevato carico termico. Gli apparecchi di ventilazione forniscono aria fredda addizionale allo stabilimento e smaltiscono l'aria calda. Si assicura così un clima ambiente gradevole.

Kunstturnzentrum Rosen, Liestal

kunstturnzentrum-rosen.jpg
Ventilare e riscaldare un palazzetto dello sport con 1 apparecchio RoofVent® LHW-6 e 2 sistemi Air-Injector D-3. L'apparecchio di ventilazione è dotato di un silenziatore. Un rivelatore di presenza mette in funzione il sistema di ventilazione non appena qualcuno entra nella sala. Grazie ad una sonda CO2, la qualità dell'aria ambiente viene monitorata e se necessario il tasso di ricambio dell'aria viene aumentato.

Capannone per la manutenzione FFS, Winterthur

sbb-winti.jpg
Ventilare e riscaldare un capannone per la manutenzione dei treni:
  • 12 apparecchi RoofVent® LHW-6
  • 26 apparecchi TopVent® DHV-9
  • 4 apparecchi TopVent® DHV-3

Datacenter Francoforte 3

frankfurt.jpg
Fresco, gradevole ed ecologico

Nel Datacenter Francoforte 3 è stato installato per la prima volta un sistema di raffreddamento con aria esterna indiretta sviluppato da e-shelter in base alle ultimissime conoscenze in ambito energetico.

LA SFIDA DELL'EFFICIENZA ENERGETICA

Il funzionamento estremamente efficiente, necessario a raffreddare le superfici dei calcolatori, pone esigenze particolarmente elevate ai sistemi di climatizzazione e raffreddamento per quanto riguarda la tecnica di comando, se nel contempo non si devono limitare la disponibilità e la ridondanza. La combinazione di raffreddamento adiabatico e indiretto con aria esterna e di raffreddamento ad acqua – il cosiddetto raffreddamento ibrido con aria esterna – soddisfa queste esigenze e permette nel contempo di risparmiare circa ¼ dei costi energetici per la produzione di freddo, rispetto al puro raffreddamento ad acqua con sistema "Free Cooling".

RAFFREDDAMENTO ADIABATICO INDIRETTO CON ARIA ESTERNA

L'aria esterna viene umidificata e con essa l'aria calda in circolazione sulla superficie dei calcolatori viene raffreddata indirettamente tramite due scambiatori di calore. L'aria esterna e l'aria in circolazione non hanno nessun collegamento fra di loro. La contaminazione e lo scambio di umidità tramite l'aria esterna sono quindi esclusi.

Il raffreddamento adiabatico indiretto con aria esterna ha le seguenti caratteristiche
  • Possibilità di sfruttare l'aria esterna come "Free Cooling" fino a 25 °C.
  • Impianti decentralizzati e quindi praticamente nessuna parte di canale.
  • Raffreddamento adiabatico (tramite raffreddamento da evaporazione).
  • Raffreddamento ad acqua fredda per compressione progressivo supplementare che in caso di temperature elevate mantiene un'elevata ridondanza fino ad una temperatura esterna di oltre 40 °C.
  • Risparmio energetico mantenendo un'elevata disponibilità solo attraverso il dispositivo di comando del sistema ibrido sviluppato da e-shelter.
  • Tramite le varie modalità di funzionamento del sistema di raffreddamento con aria esterna, si può reagire con flessibilità alle più svariate condizioni climatiche.